In cosa consiste?

Il progetto “Ginnastica a domicilio” rientra nel contesto dell’iniziativa Sport e Salute promossa dall’U.S. ACLI per stimolare la popolazione – senza distinzione di fasce d’età – all’adozione di uno stile di vita attivo per prevenire tutte le patologie legate alla sedentarietà. Ogni anno vengono organizzate sul territorio numerose attività motorie (ginnastica dolce, yoga, autodifesa, camminate sportive) guidate da professionisti del mondo dello sport e la partecipazione è gratuita per chiunque abbia voglia di prenderne parte. L’emergenza sanitaria in corso ha significato lo stop di tutte le attività sportive che creino assembramento di persone quindi, per essere vicini a chi deve rimanere in casa, è stata attivata questa nuova forma di esercizio fisico a distanza attraverso brevi video pubblicati con cadenza quotidiana.

A cosa serve?

Il movimento è una medicina molto efficace per accompagnare bambini e adolescenti nel corretto sviluppo corporeo, per mantenere un buon livello di fitness generale negli adulti in età lavorativa e per ridurre le complicanze delle patologie dei sistemi osteoarticolare (es. artrosi, osteoporosi) e cardiovascolare (ipertensione, infarto, ictus) nella popolazione anziana.

Dove si trovano i video?

Le lezioni sono disponibili sui canali social di U.S. ACLI (Facebook, Instagram) e sui profili degli insegnanti che partecipano all’iniziativa. La visualizzazione dei contenuti è libera così come la condivisione.

Chi sono i professionisti coinvolti?

L’U.S. ACLI è attiva su tutto il territorio nazionale e, in particolare, nelle Marche sotto la spinta costante del Presidente regionale Giulio Lucidi. I professionisti coinvolti nel progetto Ginnastica a domicilio sono figure qualificate che operano da anni nei settori dello Sport e della Salute. Ad Ascoli Piceno la figura di riferimento è il dott. Alessandro Esposto, laureato in Scienze Motorie e Fisioterapia e insegnante di Anatomia e Fisiologia presso la nostra scuola L’Acropolis. L’iniziativa è molto attiva anche nei comuni di San Benedetto del Tronto e Castorano.

× Inviaci un messaggio