Siamo in quarantena e vige l’importanza di non sprecare nulla e ottimizzare il consumo di cibi.

Questo è possibile solo se una volta a settimana si organizza una lista della spesa intelligente e misurata alle effettive esigenze della propria famiglia.

Oggi infatti vogliamo farvi un esempio di come creare un primo bilanciato, con un po’ di baccalà in umido avanzato dalla cena di ieri. Il consiglio per ridurre al massimo l’introito di sale (nostro nemico se ne assumiamo troppo), è quello di non aggiungere sale da cucina e ridurre anche il solito quantitativo che usate per la cottura della pasta. Usate quindi peperoncino o pepe nero, aglio e timo e salsa di pomodoro. Si raccomanda di non far scuocere mai la pasta per aumentare la digeribilità e abbassarne l’indice glicemico.

La nostra nutrizionista Iole Martucci vi ricorda che anche se siamo in quarantena, è importante mantenerci in forma mangiando bene in termini di qualità e in quantità adeguate, senza fare digiuni o abbondanti pasti. Mantenere una regolarità inoltre, permette di dare stabilità ai nostri equilibri ormonali biologici.
La salute non va in quarantena e se avete bisogno di aiuto, Iole non ho mai smesso di lavorare anzi ha attivo il servizio di consulenza nutrizionale online.

× Inviaci un messaggio